BOTULINO TUTTO Ciò CHE DEVI SAPERE

Quando sentiamo parlare di botox, o tossina botulinica siamo tutti un po’ scettici e timorosi davanti all’ impiego di questa sostanza; questo accade purtroppo quando non si ha piena conoscenza dell’argomento o quando purtroppo prestiamo ascolto alle errate credenze che sono sulla bocca di tutti. Cerchiamo di capire meglio:

Che cos’è?
La tossina botulinica (BTX) prende il nome dal latino «botulus» che significa «salsiccia». Infatti, è studiando le cause di un’intossicazione alimentare seguita ad un banchetto nuziale durante il quale furono consumate delle salsicce che, nel 1793, Justinius Kerner coniò questo nome. Ecco quindi il terrore associato al botulino, ma non tutti sanno che successivamente la tossina è stata isolata e purificata (1946), ma solo nel 1977 è stata utilizzata a scopo terapeutico per curare lo strabismo. Nei primi anni Ottanta è stata, poi, utilizzata contro le distonie focali e negli Stati Uniti ne è stato autorizzato anche l’uso per la cura di alcune malattie neurologiche.

Come agisce?
La tossina agisce bloccando il rilascio di acetilcolina, impedendo così la trasmissione del segnale nervoso. Senza segnale i muscoli interessati non possono contrarsi, ecco quindi che avremo come effetto una diminuzione delle rughe d’espressione e di conseguenza una distensione di esse.

Dove può essere iniettata?
In medicina estetica la tossina botulinica può essere iniettata al viso, in particolare al frontale, alla gabella e nella zona perioculare ; ma dopo studi più approfonditi sono nate tecniche avanzate che permettono il suo utilizzo anche per il terzo inferiore del volto.

Per quali problematiche si utilizza?
Oltre che in medicina estetica il botulino è impiegato anche per vere e proprie patologie e in questi casi esso può risultare l’unica soluzione. Vediamo quali :
– Sindrome del piriforme ( patologia che colpisce la muscolatura attorno al gluteo generando un dolore che si irradia per tutto l’arto inferiore)
Iperidrosi (eccessiva sudorazione che colpisce ghiandole sudoripare principalmente delle ascelle, mani, piedi e inguine)
Cefalee (spesso causate da bruxismo che danno origine a un’ipertrofia del massetere)
Contratture di vario tipo.
Ecco come in questi casi piccole unità di botulino possono dare sollievo al paziente evitando terapie drastiche o farmacologiche giornaliere ma risolvendo problematiche con risultati prolungati nel tempo.

Quali sono i rischi?
Non esiste procedura medica che non comporta rischi ma è bene che il paziente sia sempre informato e che il medico abbia a disposizione ogni mezzo necessario per far fronte a rare ma possibili complicanze. Per questo al Centro Medico Gargano mettiamo a disposizione del paziente una consulenza gratuita così da valutare il paziente nella sua interezza (eventuali allergie/terapie farmacologiche in atto), stabilirne l’idoneità e la corretta indicazione. Il trattamento è in genere ben tollerato dal paziente, il quale non avverte in genere alcun dolore, dura all’incirca 20 minuti e non comporta segni molto evidenti (solo eventuale rossore o piccole ecchimosi). Il paziente dovrà adottare piccoli accorgimenti (non esporsi al sole o lampade) ma per il resto potrà torneare alla sua vita quotidiana senza alcun impedimento.

Costi?
Approfitta della nostra promozione (solo per il mese di Gennaio) Botulino a 299!!

Solo a Gennaio Botox in promozione!

Promozione Botox Gennaio 2018