Cavitazione, Radiofrequenza, Criolipolisi e Vacuum: armi di distruzione del grasso!

Presso il Centro Medico Gargano il grasso non è piu un problema: abbiamo le armi giuste!

Sono ormai numerosi i trattamenti volti alla riduzione di accumuli adiposi e cellulite : carbossiterapia , mesoterapia, intralipoterapia, criolipolisi, liposcultura e liposuzione; tutte metodiche che effettuiamo quotidianamente e con ottimi risultati. Oggi però vi presentiamo l’ultima novità approdata al Centro Medico Gargano : un dispositivo che sfrutta l’utilizzo combinato di cavitazione e radiofrequenza. 

La nostra postazione con piattaforma di produzione interamente italiana e certificata

La cavitazione medica è un trattamento ambulatoriale per la riduzione dell’adipe localizzato e della cellulite, che tendono ad accumularsi prevalentemente su cosce, ginocchia, glutei e addome. Questa tecnologia si basa sull’energia degli ultrasuoni a bassa frequenza, che hanno la capacità di penetrare in profondità, andando a colpire selettivamente le cellule adipose senza danneggiare i tessuti circostanti. L’energia che si libera nel momento in cui gli ultrasuoni colpiscono le  loro “cellule bersaglio”, ossia gli adipociti, fa aumentare la pressione al loro interno, provocando la distruzione della membrana che li riveste e la dispersione del loro contenuto di acidi grassi. Nei giorni successivi al trattamento, il nostro organismo eliminerà naturalmente gli acidi grassi liberati durante la cavitazione, come se si trattasse di un qualsiasi grasso alimentare. Le cellule adipose colpite e danneggiate durante il trattamento di cavitazione non si riformeranno, perciò il risultato può dirsi definitivo, fintanto che si mantiene un peso stabile: accumulando chili di troppo, le cellule grasse presenti aumenterebbero di volume, rischiando di compromettere i risultati. E’ importante chiarire che il trattamento di cavitazione (come del resto la liposuzione), non serve a perdere peso, ma si effettua per eliminare gli accumuli localizzati, riportando le giuste proporzioni e restituendo armonia al profilo corporeo.

In genere sei/dieci sedute di cavitazione medica sono sufficienti per ottenere un risultato ottimo; le sedute si effettuano a distanza di una settimana l’una dall’altra, per dare tempo all’organismo di eliminare fisiologicamente il grasso cavitato. Nel frattempo, è utile seguire una dieta leggera e svolgere attività fisica.

Il trattamento degli accumuli adiposi può dare risultati ancor più soddisfacenti se vi si abbina la tonificazione e il rassodamento dei tessuti ottenuto grazie all’utilizzo combinato con la radiofrequenza.

La tecnologia a radiofrequenza trasporta, tramite onde elettromagnetiche, energia nella parte profonda della pelle (5-20 mm), proteggendo l’epidermide con un raffreddamento diretto e continuo. La profondità di penetrazione delle onde dipende dalla capacità dei tessuti di essere attraversati, detta impedenza, che è bassa nell’epidermide, alta nel grasso e nella cellulite e nulla nel muscolo.

Le onde elettromagnetiche, comprese tra i 0,3 MHz e i 10 GHz, penetrano nei tessuti esposti producendo calore. Questo riscaldamento provoca la vasodilatazione, una maggiore ossigenazione dei tessuti, la scissione metabolica dei grassi e la produzione di collagene. Numerosi studi clinici infatti hanno dimostrato che la radiofrequenza stimola la produzione di collagene e elastina, migliorando visibilmente il tono e la compattezza della cute fin dalle prime sedute. L’aumento della temperatura quindi produce un incremento della consistenza del derma e quindi un visibile effetto tensorio; un secondo effetto, che si manifesta invece nel tempo, è  la contrazione delle fibre di collagene che spinge i fibroblasti ad attivarsi per sintetizzare nuovo collagene in modo da ridurre nettamente la lassità cutanea.  La sinergia di cavitazione e radiofrequenza viene impiegata anche sul viso. Si possono perciò curare rughe,acne, lassità del doppio mento oltre che smagliature, rassodare braccia, cosce, glutei e addome. Inoltre le ultime applicazioni prevedono di aggiungere alla radiofrequenza la  “vacumterapia” che non è altro che una suzione. Gli speciali applicatori infatti, sono in grado di creare con la pelle una sorta di effetto “risucchio”. Con questo tipo di trattamento si stimola la microcircolazione e il linfodrenaggio nella zona trattata. Si passa sulla gamba con una sorta di “aspirapolvere”: i rulli creano l’effetto sottovuoto, realizzando un massaggio meccanico che garantisce il corretto drenaggio linfatico e venoso; la pelle passando nel rullo, esegue anche la radiofrequenza dando così un effetto tensore alla cute mentre l’azione meccanica di rulli e vacuum rompe i setti fibrosi che iniziano a formarsi.

Quindi possiamo concludere dicendo che un trattamento simultaneo di più tecnologie aiuta a RIGENERARE la propria bellezza in meno tempo e in maniera più efficace. La perfetta sinergia creata da cavitazione e radiofrequenza permette di ottenere contemporaneamente risultati sia sul rimodellamento del profilo corporeo che sul ringiovanimento dei tessuti, ottenendo così benefici sia sull’aspetto generale che sul drenaggio dei liquidi corporei. 

Radiofrequenza, Vacuum e Ultrasuoni possiamo definirli quindi come ottimi alleati per tonificare e ringiovanire viso e corpo e per curare tutti quegli inestesismi che più ci tormentano.

Si possono effettuare tutte le terapie insieme o eseguirle separatamente, ciò dipende dal problema che si intende risolvere e da quale procedimento è meglio adottare. Per questo ricordiamo sempre al paziente che qualsiasi tipo di trattamento và eseguito da personale qualificato e dopo un’ attenta valutazione del singolo caso.

Al Centro medico Gargano la consulenza è gratuita!